Google+

martedì 15 agosto 2017

Ultimi acquisti prima del grande viaggio

Sempre meno giorni alla partenza per la città degli angeli! Ancora piccoli ritocchi sulla pianificazione, come gli hotel da scegliere per la prima parte della vacanza. Dovrò trovarmi con gli amici con cui farò questa prima parte di viaggio per eliminare le prenotazioni superflue.
Al momento ho prenotato il trenino Hop-on Hop-off a Key West, che insieme alla barca a Fort Lauderdale ed il pullmino a Dallas fanno una terna di buoni acquisti fatti su Groupon!
Di tecnico ho aggiunto un’assicurazione aggiuntiva alle macchine. Tramite RentalCar ho contattato RentalCover che per non troppo di più copre tutto ciò che escluso dalla già buona assicurazione di base. Copre cose come pneumatici, vetri, furti e pure l’errato rifornimento di carburante. Spero di non fare una cazzata del genere!
Di interessante ho preso una degna sostituta della mia vecchia reflex D5000, ho preso una Nikon D7200 con due ottimi obiettivi: un Tamron 70-300 ed un Sigma 17-70. Spero di fare un bel reportage di questa mega vacanza. Oltre alla macchina ho preso un po’ di cose che ci girano intorno come lo zaino fotografico, i filtri per proteggere gli obiettivi, una buona SD, un aggeggio che fa mille cose utili e varie piccole cose. Per questi acquisti devo ringraziare un ragazzo cuneese che è molto bravo nella fotografia, oltre ad essere una bravissima persona. Peccato viva non troppo vicino…
Non ho ancora preso l’assicurazione sanitaria, ma ho il preventivo pronto per essere pagato, la scelta ricade su Allianz Travel Care, leggendo le postille in piccolo ho scoperto che molte assicurazioni coprono tutte le spese solo se si viene ricoverati, e spesso non si passano 24h in ospedale in caso di incidente. Ultimamente ho sentito di una collega che ha avuto un piccolo problema, nulla di grave, ma tra ambulanza, TAC, medico e altre piccole cose è arrivata quasi a $15,000! Meglio spendere $200 per un mese e stare tranquillo che risparmiare 50€ e poi vedere i sorci verdi…

Diciamo che ci siamo quasi, mancano 38 giorni alla partenza e non vedo l’ora, al lavoro è piuttosto dura in questi giorni, normale visto il periodo di vacanze globali. Ma resto della mia idea e faccio le vacanze fuori stagione quando posso! Per le Azzorre nessuna novità, direi che abbiamo prenotato abbastanza cose con 200 giorni di anticipo, e detta così sembra una vita! Buoni viaggi a tutti!

venerdì 4 agosto 2017

Houston, we are a problem!

Non ho ancora finito di preparare il viaggio di un mese dal Pacifico all'Atlantico ed ho già prenotato volo, hotel e macchina per la vacanza alle Azzorre! Sono un inguaribile viaggiatore!
L'idea la devo ad un collega che ho portato a Lisbona, lui si è trasferito alle Azzorre e pendola per lavorare, gli auguro di trovare quello che cerca davvero presto. Lui e la ragazze sono due bravissime persone ed una bellissima coppia!
Fatto sta che parlandoci ho scoperto che si era trasferito a São Miguel da Ottobre, quando io sono rientrato al lavoro dopo la frattura alla spalla. Forse è per questo che non sapevo nulla del suo trasferimento... Dopo due chiacchiere sulla sua nuova vita, mi ha fatto vedere un paio di foto, e mi hanno colpito molto. Non sono passate 24 ore che ho proposto alla mia compagna di viaggio una puntatina alle Azzorre per una decina di giorni tra Febbraio e Marzo. Beh, è come sparare sulla croce rossa, ha detto ovviamente si! Prima cosa prenotata è stata quella meno "impegnativa", nel senso di cancellabile, ovvero l'hotel. Grazie a Booking abbiamo preso un bellissimo monolocale valutato 9.6 su Booking.com, a due passi da Ponta Delgada (capitale dell'isola), buon punto di partenza per le escursioni. Poi l'altro ieri abbiamo preso il volo con TAP, ovviamente con scalo a Lisbona ed oggi ho preso l'auto a noleggio, come al solito con RentalCars.
Alla fine, per fare i conti della serva abbiamo speso poco meno di 200€ per i quattro voli (a testa), quasi 350€ per 9 notti in appartamento e meno di 300€ per 9 giorni di noleggio auto. Con 500€ a testa abbiamo voli, hotel e macchina per 9 giorni, più che buono direi!
A risentirci per questa magnifica avventura, di riposo si spera! 

lunedì 17 luglio 2017

Bisogna solo partire!

È passato poco più di un mese, ma di avanzamenti sul giro ce ne sono parecchi!
Per il primo pezzo della vacanza eravamo già a posto, nel frattempo ho solo prenotato il biglietto per andare ad Alcatraz e c’è da scegliere l’hotel in alcuni serate dove ne abbiamo presi alcuni per poi scegliere con calma. Mancano un paio di mesi ed abbiamo tempo di fare queste cancellazioni. Abbiamo prenotato anche una bella jeep per fare questo viaggio in comodità.

Per la seconda parte del viaggio l’itinerario è ormai completo. Ho prenotato un SUV per fare questo tragitto e non solo. I punti che toccherò in questi giorni sono prevalentemente quelli non visti nella scorsa vacanza in queste terre. Parto con la Valle della Morte in maniera approfondita, notte a Las Vegas, poi una bella tirata per vedere l’Antelope Canyon e la Monument Valley. Il giorno dopo vedrò il 4 Corners, Meteor Crater e Foresta Pietrificata, mentre il giorno dopo correrò verso Roswell per vedere se trovo qualche forma di vita intelligente da qualche altro pianeta… L’ultimo giorno sarà una tirata verso l’aeroporto di Dallas per recuperare chi mi accompagnerà per i successivi 15 giorni.
Per gli ultimi 15 giorni abbiamo prenotato auto, hotel ed alcuni tour su Groupon. La macchina sarà sempre il SUV fino alla Florida, appena entrati nel "Sunshine State", sfruttando il fatto che non si paga il drop-off, ci mettiamo in modalità tamarri e prendiamo una Mustang Cabrio! Lungo il percorso tra Texas e Florida visitiamo un po’ Dallas, abbiamo preso un Tour con Groupon per avere un’infarinatura della città e poi girarla da soli. Poi passiamo ad Austin e San Antonio, consigliate da molti. Poi come tappa obbligatoria, per me ovviamente, c’è lo Space Center di Houston. Poi ci si muove nella peculiare, e carissima, New Orleans. Passata questa prima settimana si passerà la seconda settimana in Florida, andando a vedere i Lamantini, il Kennedy Space Center e la bella Fort Lauderdale, con tour per i canali già prenotato con la Jungle River. Poi si arriverà a Key West passando dalle Everglades e finiremo il nostro viaggio a Miami, dove rientreremo con un volo diretto a Milano. Probabilmente stanchi, ma sicuramente felici!
Che dire? Un piano bello intenso, affascinante e da paura. Non vedo l’ora di partire! Son qui che conto i giorni che mancano, ed ormai siamo quasi a due mesi! In men che non si dica partirò!

domenica 4 giugno 2017

E coast to coast sia!

Ed eccoci qui, dopo parecchio! Lo so, non ho più scritto nulla sulle Filippine, lo farò... Per ora vi dico soltanto che non è andata come speravo! Purtroppo non tutto può sempre andare come si vorrebbe, fa parte delle esperienze da raccontare!
Veniamo a noi, alla prossima vacanza seria! Cosa sarà? Beh, a questo punto è ormai confermata: Coast to Coast da come avrete potuto intuire dalla foto e dal titolo di questo post! Avrò a disposizione un mesetto per andare da Los Angeles a Miami! Diciamo che mi farò tre vacanze in una:

  • Dieci giorni con amici per girare tra San Diego e San Francisco, il programma più avanzato che ho di questa maga vacanza. Dovremmo andare, subito dopo l’atterraggio a Los Angeles, alla mitica base aerea di Miramar (ad un tiro di schioppo da San Diego). Non ci credo che non conosciate questa base, anche se non lo sapete. Se avete visto Top Gun la conoscete, è la base dove andavano i migliori piloti della marina per il corso avanzato. Ora la ricordate? Dopo andremo a San Diego un paio di giorni e da li risalire lungo la costa fino a San Francisco, passando per il Big Sur, cosa che mi ero perso nel mio ultimo viaggio in zona! E poi si scenderà di nuovo verso Los Angeles, ma stavolta passando per i parchi di Yosemite e Sequoia. A Los Angeles finirà questa prima parte di viaggio con la partenza di alcuni amici, altri si soffermeranno in zona, mentre io...
  • La seconda parte sarà un viaggio in solitaria di cinque giorni circa per raggiungere Dallas. Le idee sono tante, ma il tempo poco ed i chilometri (ops, miglia!) tanti! L’idea è quella di visitare subito la Valle della Morte, l’ultima volta non sono riuscito ad apprezzarla al meglio per sfighe varie. Poi vorrei andare alla “Black Box” sulla Extraterrestrial Highway ma temo di dover cancellare questa tappa, punto troppo fuori dalla mia rotta, mi fa perdere troppo tempo. Vorrei anche vedere il bellissimo Bryce Canyon all'alba o al tramonto. L’ultima volta l’ho visto solo durante il giorno, e dicono che sia fantastico coi colori dell’alba e del tramonto! Un’altra cosa che non mi volglio perdere è l’Antelope Canyon, a sto giro arriverei organizzato, e se riuscissi a vederlo nel mezzogiono sarebbe fantastico! Di qui vorrei proseguire verso la Monument Valley, altra cosa che ho visto male nel 2011. Se poi riuscissi a passare pure dai Four Corners sarebbe una figata! Metterei altri stati sulla mia lista,anche se non sarebbe una vera visita dello stato, lo so. Ma la visita in uno stato inizia con un primo passo! Tanto ci tornerò, lo so! Poi dovrei scendere giù verso il Meteor Crater e magari visitare la Foresta Pietrificata. Ovviamente ampi pezzi di viaggio sulla R66, una via più che storica. L’ultima tappa prima di arrivare a Dallas sarebbe Roswell, una città invasa da alieni (o alienati!). La cartina fa un po' paura da vedere, leggendo i chilometri e le ore di guida. Ma che razza di vacanza sarebbe se non si visitano quelle due o tre cose?
  • L’ultima parte sarà in dolce compagnia, la mia ragazza ha solo 15 giorni di ferie e ci siamo accordati per fare Dallas - Miami insieme. Il programma è ancora nebuloso, sappiamo solo che vogliamo visitare un po’ di Texas, la trascinerò ad Huston ed a Cape Canaveral, povera! E se le andrà male pure al Museo dell’Aviazione della Marina a Pensacola. Bisogna fare una pausa ogni tanto! Per ora ho prenotato solo l’hotel a Dallas ed a Key West, un posto bello ma caro come il fuoco. Le idee sono tante, come vedere New Orleans, i Lamantini, gli alligatori, i parchi divertimenti, magari un lancio da Cape Canaveral. Dobbiamo metterci al PC e valutare un bel giro da percorrere in quei 15 giorni.
Per ora abbiamo prenotato il volo, degli hotel, l’Air Show. Per la macchina sto vedendo, all'inizio ci serve un mezzo bello capiente, per tenere 5 persone e 5 bagagli da stiva. Poi per il Coast to Coast devo mettere in preventivo almeno $500 di drop-off, se non ho la botta di culo di un camper da portare dall'Arizona alla Florida. C’era questa possibilità il mese scorso, magari ricapita, ma in questo caso bisogna ritoccare il giro, ameno la parte da solo. Ed a sto punto non so cosa sperare... Per il viaggio da solo ed in due punterei ad una bella Mustang Cabrio, per correre tra i deserti e sul mare col vento tra i capelli!
Stay tuned per gli aggiornamenti!

mercoledì 14 dicembre 2016

Heading to Philippines!

E dopo tanto tempo, dopo tante sfighe, si torna a viaggiare!
Questa volta la destinazione è verso est, dopo parecchi anni si ritenta ad andare in quella direzione. Le motivazioni sono molteplici: la stagione (40 giorni da fine gennaio), i pochi soldi, il bisogno di relax. Dopo aver parlato con un po’ di persone che ci sono state ho optato per le Filippine per varie ragioni: bella stagione da febbraio, economiche, natura fantastica, gente tranquilla, alfabeto latino, cibo con influenze mediterranee dovute alla dominazione spagnola.
Alla fine un mesetto fa mi sono deciso ed ho preso il biglietto della OmanAir con 400€ per trascorrere un mese zaino in spalla alle Filippine. Avrei voluto fare qualche giorno in più ma oltre i 30 giorni è richiesto un visto e per pochi giorni sarebbe stato solo uno sbattimento. Magari me ne pentirò a fine mese, ma alla fine non ho mai fatto una vacanza così lunga. Qualche giorno fa ho anche fatto la pazzia di prendere un volo interno appena arrivato, e non so ancora quante ore saranno dalla partenza da casa all’arrivo in hotel, con in mezzo ben 4 voli e probabilmente una trentina di ore… Non male come inizio per una vacanza votata al riposo assoluto!
Questa volta ho deciso di fare una vacanza “alla giornata”, cosa che non mi era riuscita con la scorsa vacanza alle Canarie. Per ora ho prenotato solo il volo intercontinentale da Malpensa a Manila via Muscat (e ritorno ovviamente), il volo interno da Manila a Camiguin ed un hotel per tre notti all’arrivo, giusto perché sarò cotto come pochi dopo un tale viaggio. 
L’idea di viaggio è andare a Bohol (famosa per le Chocolate Hills) dopo Camiguin, poi a Cebu per fare il bagno con gli squali balena e magari un salto all’isola di Malapasqua, da lì in volo verso Palawan dove fare un giro nel fiume sotterraneo e poi spostarsi al nord a passare qualche giorno a El Nido, da li verso Coron, poi Mindoro e forse Boracay, rientro a Manila per andare verso il nord a vedere le famose risaie terrazzate. Ovviamente questa è un’idea di massima, poi ogni giorno vedrò che fare e potrei aggiungere o tagliare destinazioni al mio itinerario. Nel frattempo lavoro per guadagnarmi la pagnotta e pagarmi questa bellissima vacanza!

lunedì 15 febbraio 2016

Spese Sostenute

Vediamo ora quanto mi sono costate queste tre settimane a zonzo per le Canarie...















  • Volo Aereo Milano Malpensa – Tenerife –  Milano Malpensa per 1 persona: 116€ con easyJet e 1 bagaglio in stiva
  •  Traghetti per lo spostamento tra le isole con autovettura: 253€ (tramite siti Naviera Armas e Fred Olsen)
  • Teleferico del Teide: 27€ 
  • Autonoleggio categoria compatta dal 21 Gennaio al 11 Febbraio (tramite RentalCars) 
    • Noleggio Auto: 306€
    • Benzina : 145€
  • Costo totale degli hotel per la durata della vacanza: 920€ (tramite booking.com)
  • Pasti vari: circa 500€ (dovrebbero essere compresi tutte le colazioni, pranzi, cene e spuntini))
  • Supermercati e lavanderie: 85€ 
  • Souvenir: 200€
 2.550€ (escludendo pochissime cose che non so ben quantificare)

giovedì 11 febbraio 2016

Ultimi giorni...

Per gli ultimi giorni a Puerto de la Cruz c’è ben poco da dire, dopo aver trovato a fatica un parcheggio vicino al nuovo hotel, ho trascinato tutte le mie cose in camera. Poi in maniera certosina ho pesato il bagaglio in stiva per evitare di passare i 20kg, sono costretto a lasciare alcune cose e a riempire lo zaino del bagaglio a mano. Sono veramente stanco dopo il girare senza tregua, alla fine sono quasi venti giorni… Evito gli orari più caldi e giro un po’ per la città, ed alla fine non c’è giorno dove cammino meno di 10km! Faccio gli ultimi acquisti di souvenir, più che altro per i famigliari, per me non ho trovato molto in questa vacanza.
La cena la faccio sempre nello stesso locale dato che mi sono trovato molto bene. Esploro di giorno e di sera la città che è invasa per via dei festeggiamenti carnevaleschi. Sulla spiaggia riesco anche a vedere degli atterraggi di ragazzi col parapendio.

Il giorno del rientro mi sveglio con tutta calma, faccio colazione e carico tutti i bagagli in auto e mi dirigo tranquillamente dall’altra parte dell’isola, dove abbandono l’auto che mi ha permesso di visitare il magico arcipelago di Tenerife. Il rientro in aereo avviene in anticipo e la temperatura che trovo è decisamente più fresca, per fortuna che ho avviato per tempo la mia stufa a legna! Ora ne avrò per un po’ nel sistemare le foto…