Google+

mercoledì 22 novembre 2017

Che fare a fine maggio?

Ed eccoci qua, non ho ancora finito di sistemare le foto ed i conti della più lunga vacanza mai fatta, devo ancora partire per il bel weekend sulle Alpi Svizzere prenotato un anno prima e devo ancora partire per la vacanza alle Azzorre, e che faccio? Beh, è giunto il momento di organizzare le ferie del prossimo anno, eh sì la mia ditta mi chiede di mettere giù ora le ferie da aprile 2018 a marzo 2019. Bisogna essere molto avanti con le idee. Ero qua che valutavo insieme a Valentina come metterle giù al meglio, dando priorità ad un importante impegno che ho a fine maggio. E che abbiamo fatto? Abbiamo prenotato volo ed hotel a Santorini! Non ho ancora la conferma delle ferie, ma ho alte probabilità di prendere dei giorni. Complice il fatto che avrei avuto parecchi giorni in più prenotando le ferie in quei giorni di fine maggio, il Corpus Domini dei Ticinesi a fine maggio ed il Black Friday di easyjet. Che fare? Con 145€ a testa abbiamo il volo diretto confermato con un bagaglio in stiva e 4 notti in appartamento a Perissa con tanto di trasporto da e per l’aeroporto. Leggendo su booking la struttura è valutata benissimo. Probabilmente noleggeremo un Quad per girare l’isola, ma a cavallo tra maggio e giugno non dovrebbe esserci casino, mi sa che diamo il cambio ai primi casini tornando il 2 giugno! Ora scatta l’operazione di intelligence per scoprire che fare su quell'isola, ma è temporaneamente congelata fino a dopo le Azzorre!

mercoledì 27 settembre 2017

Apple Garage

Oggi giornata di posizionamento a San Francisco. Dopo una colazione con colori caraibici, ci siamo messi in moto verso la bellissima città. A dire il vero è stata fatta una deviazione di pochi chilometri per vedere il famoso “Apple Garage”, dove Steve Jobs ha messo al mondo la Apple. Una cosa veramente strana è il vedere l’assenza di cartelli o altra targa che ricordi il posto. A San Francisco arriviamo per visitare il museo delle Scienze. Molto molto interessante. Viaggiare poi al nostro hotel è un inferno per via del traffico cittadino, al quale non sono e non sarò mai abituato… 
Per cena ci spostiamo verso i moli dove ceniamo in un ristorante carino sulla baia.


Guarda le foto.

martedì 26 settembre 2017

Big Sur, o quasi...

La tappa odierna prevede di partire da Santa Barbara e di finire a Monterey. L’idea era quella di fare tutto il Big Sur, ma viste le strade bloccate a causa di una alluvione, sistemeranno molto in fretta ma noi siamo arrivati davvero troppo presto. Facciamo un’abbondante colazione a Santa Barbara e ci dirigiamo verso Morro Bay, vicino a San Luis Obispo per una sosta. Pranzo veloce e due foto alle otarie che popolano la baia e poi partiamo subito, le miglia da macinare oggi sono molte, più che altro perché dobbiamo allungare per via delle strade chiuse. Le poche miglia che possiamo vedere del Big Sur sono a dir poco magnifiche, dei paesaggi fantastici, mozzafiato! Tornando indietro ci fermiamo dove ci sono un po’ di mezzi e vediamo una bella spiaggia piena di elefanti marini, che prendono il sole. Alcuni invece si dilettano in lotte di territorio. Il rumore è veramente alto, sono dei gran casinisti! Abbandonata la spiaggia, vista l’ora del tramonto e le parecchie miglia da percorrere ci dirigiamo al nostro rifugio per questa notte. Prima dell’albergo facciamo un salto a cenare e la scelta ricade su un carinissimo locale hawaiano nella città di Monterey. La stanchezza è stanca e si cena un po’ celermente per poi crollare a letto.

Guarda le foto.

lunedì 25 settembre 2017

Charlie's Cottage

Ed è arrivato il momento di lasciare la città al confine col Messico. Ci facciamo la colazione al Balboa Park, lo visitiamo un po’, devo dire che è molto carino, soprattutto il Giardino Botanico. Ci passiamo parte della mattinata vagabondando per il parco, dopodiché decidiamo di abbandonare la città facendo un giro panoramico sulla costa. Ci fermiamo in mezzo a delle case veramente belle, a due passi da Sun Gold Point per osservare il mare, veramente un bel posto. Partiamo poi verso La Jolla dove ci bagnamo i piedi nell’Oceano Pacifico ed ammiriamo il panorama mozzafiato. Lo stop per il pranzo tardivo è Oceanside, un po’ più a nord ed ultimo fermata riguardante Top Gun, qui c’è la casa di Charlie. Sinceramente ne rimango un po’ deluso. È l’unica casa rimasta in quell’isolato, ne hanno cambiato il colore ed è in stato di abbandono, non è per nulla simile a quello che immaginavo di trovare. Dopo un pranzo piuttosto abbondante ci dirigiamo verso il nostro hotel a Santa Barbara. La strada è lunga e di mezzo c’è Los Angeles col suo terribile traffico, ma lo dobbiamo affrontare… Arriviamo in tarda serata e vista la stanchezza ci concediamo una cena frugale, ed appena tocco il letto io crollo addormentato. 

Guarda le foto.

domenica 24 settembre 2017

San Diego

Ed eccoci qua, finalmente a San Diego. Mi hanno parlato molto bene di questo posto, sia gente che ci è passata per qualche giorno sia chi ci ha vissuto per un po’ di tempo. Arriviamo un po’ presto, complice il fuso orario di 10 ore che non abbiamo ancora digerito. Parcheggiamo nel quartiere più caratteristico, ovvero Gaslamp, e ci fermiamo a fare una sostanziosa colazione. Iniziamo poi a vagare per la città, e man mano che le ore passano il caldo inizia a farsi più intenso. Purtroppo io oltre a tollerare poco il caldo non sto neppure bene, sono partito che già non ero molto in forma, ed a San Diego ho avuto il picco negativo di salute purtroppo. Maledetta estate di lavoro più che pesante…
Attorno al mezzogiorno arriviamo alla mia meta, il posto che più volevo vedere in città: la USS Midway. Avevo già visto la USS Intrepid a New York City, ma questa è decisamente più bella! Personalmente ci avrei passato tutto il tempo dall’apertura alla chiusura, ma si sa che quando si viaggia in gruppo bisogna fare compromessi. Ce la giriamo praticamente tutta, è davvero maestosa. Un esempio di quanto è grande è dato dalle ancore: ogni singolo anello che la unisce alla nave pesa oltre 60 kg! La parte che ho preferito, è ovviamente il ponte di volo, ma è il posto dove ho passato meno tempo perché in fondo alla visita. Interessante è stato ascoltare un “veterano” che raccontava della vita a bordo di un pilota, spiegando come dovevano appontare ed i rischi ad esso connessi. Ci avrei passato ore, ma avevo solo pochi minuti. Beh, un motivo in più per tornarci. 
Finita la visita sulla portaerei, meglio dire che siamo stati buttati fuori, abbiamo proseguito passeggiando lungo la baia verso sud, fino a che siamo arrivati ad un locale molto conosciuto da chi ha visto “Top Gun”: il Kansas City Barbecue. Il vero locale dove vengono girate delle scene del film, molto bello e molto emozionante.
Finiamo la giornata cenando in un locale in centro dove mi butto su di una insalata, una delle cose più sane che si possono trovare qua, un mese di cibo spazzatura è davvero troppo! 

Guarda le foto.

sabato 23 settembre 2017

Miramar Air Show

Il post non è tanto sul viaggio di ieri, alla fine è andato tutto secondo i piani e ci siamo riuniti tutti a Londra, i voli sono stati abbastanza puntuali. La nota negativa è stato il guidare, dopo tutte quelle ore di volo, fino ad Escondido. La sera vista la stanchezza si crolla subito dopo una doccia.
Al mattino mi alzo bello carico, l’idea di andare a vedere una manifestazione negli States mi entusiasma, è la mia prima, ci sono andato molto vicino con quella di Abbotsford anni fa, molto vicino al confine ma ancora in Canada e senza la presenza di pattuglie statunitensi.
Dopo colazione si salta in macchina, la distanza è poca, l’entusiasmo a mille di quasi tutti componenti del gruppo. Si entra in auto nella base dei Marines di Miramar, precedentemente occupata dalla marina e conosciuta ai più per l’ambientazione di un film di trent’anni fa: Top Gun. Alla fine parcheggiamo sullarea di parcheggio di aerei, elicotteri e convertiplani. Ovviamente non presenti al momento. L’adrenalina è alle stelle. 
Per entrare dobbiamo metterci in coda per far controllare i documenti, ed a far mettere in fila c’è un sergente dei Marines che si sente più forte del suo collega dotato di altoparlante, i film non è che raccontano tutte balle. Probabilmente non ci insulta in quanto non siamo delle reclute, avrei paura a rifare il CAR con uno come lui! Intanto grazie a lui cambiamo fila, ci spostiamo di alcune centinaia di metri per andare ad un altro accesso, quello è destinato a chi vuole raggiungere l’area con i mezzi, noi siamo giovani, forti e magri e ci spostiamo. Noto che ad intraprendere quella via siamo davvero in pochi, meglio per noi, al punto di controllo siamo in pochi, e grazie alle nostre nuove “clear bags” il controllo è veloce. 
Entriamo direttamente all’area di mostra statica, l’esibizione vera e propria inizierà tra qualche ora. Inizio a girare nel cercare di vedere il più possibile, ma ad un certo punto iniziano a sentirsi dei reattori seri, allora inizio a tirare verso i nostri posti in tribuna, presi mesi fa facendo lo stalker al sito della manifestazione. Sono soddisfatto, abbiamo dei posti in prima fila ed in una posizione fantastica! Di meglio penso che ci siano solo posti non comprabili…
Quello che vedo è indescrivibile, è inutile stare qua a fare l’elenco di quello che ho visto, davvero tanta roba. Per questo ci sono le foto che ho fatto, non di tutto perché cerco di godermi la manifestazione. Diciamo che come esibizione principale c’è una simulazione di operazione dei marines con tutti i loro mezzi: aerei, elicotteri, convertiplani, squadre speciali, carri armati e quant’altro abbiano i Marines, un corpo che non ha un parallelo da noi. Altra nota positiva dell’essere in prima fila è stata il poter stringere la mano ai marines sbarcati che avanzavano nella nostra direzione. 
Poi ho visto per la prima volta i Patriots ed i Blue Angels, le due pattuglie acrobatiche a stelle e strisce. Continuo a preferire le nostre Frecce Tricolori però, non oso immaginare che farebbero loro con una pattuglia come la nostra… Vedo anche per la prima volta il nuovo F-35B, il nuovo caccia multiruolo in versione a decollo ed atterraggio verticale. Prima volta anche che vedo un convertiplano, cos’è? Beh, guardate le foto dai! Ci ho perso tanto a selezionare e sistemare quelle che ritenevo migliori!
Alla fine la manifestazione giunge al termine, sono felice e triste. Personalmente mi sarei fatto un altro giorno tranquillamente. Anche perché scopriamo che dietro di noi c’erano tutti i mezzi di rappresentanza delle altre forze armate che però staccavano alle 17. Riesco giusto a fare due chiacchiere con un poliziotto, e pochi altri. Gli stand più grossi, come quello della marina e dei SEAL sono ormai chiusi. E pure la luce non è ottimale per fare le foto ormai. Qualche piccolo souvenir e via che si procede verso la macchina e verso San Diego dove ci aspettano le prossime due notti. A cena andiamo in un posto consigliato da un collega che fa lungo raggio. L’hotel non è il massimo, ma vivibile. Sicuramente si crolla visto che il fuso di una decina di ore si sente ancora e l’adrenalina della giornata non può contrastare molto la stanchezza.

Guarda le foto.

martedì 15 agosto 2017

Ultimi acquisti prima del grande viaggio

Sempre meno giorni alla partenza per la città degli angeli! Ancora piccoli ritocchi sulla pianificazione, come gli hotel da scegliere per la prima parte della vacanza. Dovrò trovarmi con gli amici con cui farò questa prima parte di viaggio per eliminare le prenotazioni superflue.
Al momento ho prenotato il trenino Hop-on Hop-off a Key West, che insieme alla barca a Fort Lauderdale ed il pullmino a Dallas fanno una terna di buoni acquisti fatti su Groupon!
Di tecnico ho aggiunto un’assicurazione aggiuntiva alle macchine. Tramite RentalCar ho contattato RentalCover che per non troppo di più copre tutto ciò che escluso dalla già buona assicurazione di base. Copre cose come pneumatici, vetri, furti e pure l’errato rifornimento di carburante. Spero di non fare una cazzata del genere!
Di interessante ho preso una degna sostituta della mia vecchia reflex D5000, ho preso una Nikon D7200 con due ottimi obiettivi: un Tamron 70-300 ed un Sigma 17-70. Spero di fare un bel reportage di questa mega vacanza. Oltre alla macchina ho preso un po’ di cose che ci girano intorno come lo zaino fotografico, i filtri per proteggere gli obiettivi, una buona SD, un aggeggio che fa mille cose utili e varie piccole cose. Per questi acquisti devo ringraziare un ragazzo cuneese che è molto bravo nella fotografia, oltre ad essere una bravissima persona. Peccato viva non troppo vicino…
Non ho ancora preso l’assicurazione sanitaria, ma ho il preventivo pronto per essere pagato, la scelta ricade su Allianz Travel Care, leggendo le postille in piccolo ho scoperto che molte assicurazioni coprono tutte le spese solo se si viene ricoverati, e spesso non si passano 24h in ospedale in caso di incidente. Ultimamente ho sentito di una collega che ha avuto un piccolo problema, nulla di grave, ma tra ambulanza, TAC, medico e altre piccole cose è arrivata quasi a $15,000! Meglio spendere $200 per un mese e stare tranquillo che risparmiare 50€ e poi vedere i sorci verdi…

Diciamo che ci siamo quasi, mancano 38 giorni alla partenza e non vedo l’ora, al lavoro è piuttosto dura in questi giorni, normale visto il periodo di vacanze globali. Ma resto della mia idea e faccio le vacanze fuori stagione quando posso! Per le Azzorre nessuna novità, direi che abbiamo prenotato abbastanza cose con 200 giorni di anticipo, e detta così sembra una vita! Buoni viaggi a tutti!